Offerta

Formativa

 

La scuola di tutti è una scuola di qualità

 

“Riconoscere l’unità in seno alla diversità, la diversità in seno all’unità (…) Riconoscere l’unità umana attraverso le diversità culturali, le diversità individuali e culturali attraverso l’unità umana” (Edgar Morin - La testa ben fatta.  Riforma dell’insegnamento e riforma del pensiero ed. Cortina, Milano 2000).

 

 

Il Piano dell’Offerta Formativa del Liceo artistico “Eustachio Catalano” di Palermo rappresenta il documento fondamentale costituente l’identità della scuola nel quale si esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa adottata nell’ambito dell’autonomia [1], i cui destinatari sono le studentesse, gli studenti e le loro famiglie, ai quali la corretta informazione può consentire una scelta libera e consapevole della scuola. Il P.O.F. è la nostra carta di identità ed è anche una assunzione di impegni e di responsabilità da parte e nei confronti di tutti coloro che fanno parte del nostro istituto.

Il P.O.F 2015-2016 è aggiornato  rispondendo a criteri di flessibilità,  permettendo  una elasticità organizzativa quale attitudine a pianificare percorsi educativi adeguati e rimodulabili con una continua ottica di work in progress; di modularità, con l’assunzione di un iter metodologico e funzionale che, con la flessibilità consente l’esplicazione dell’autonomia organizzativa, didattica, di ricerca, sperimentazione, sviluppo [2]; di integrazione  attraverso progettualità che devono essere sinergiche e convergenti, tali da fare interagire i saperi prescelti come contenuto delle attività di insegnamento/apprendimento con la realtà socio-culturale contestuale, mediando gli obiettivi nazionali di sistema con la individuazione e la acquisizione di competenze che consentano al singolo alunno un esercizio attivo e consapevole di cittadinanza; di  uguaglianza: la scuola si adopera per impedire che le diversità di sesso, etnia, religione, condizioni psicofisiche e socioeconomiche possano in qualche modo limitare l'esercizio effettivo del diritto-dovere all'istruzione. Infine come documento di identità della scuola il P.O.F. deve essere affidabile (consentendo di monitorare ed eventualmente riprogrammare in itinere), attendibile (documentando l’operare e la realizzazione degli obiettivi) e leggibile (rendendo trasparenti tutti gli atti e comunicando con l’utenza esterna ed interna).

 

[1] D.P.R. n. 275 dell’8.3.1999

[2] artt. 4-5-6 Regolamento ed art. 21 L. 59/97