ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: MUSEO RISO

L’alternanza scuola-lavoro è una metodologia didattica da realizzare nei corsi del triennio del secondo ciclo in cui si alternano periodi di studio e di lavoro sotto la responsabilità dell'istituzione scolastica che li progetta e ne valuta gli esiti.

Nei licei, si profila come una modalità specifica di approfondimento delle conoscenze, delle abilità e delle competenze per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro.

L’art. 1 comma 33 della L. 107/2015 stabilisce che, dall’anno scolastico 2015/16, a partire dalle classi III dei Licei vengano realizzati progetti di alternanza scuola-lavoro triennali della durata di 200 ore.

Con riferimento al RAV d’Istituto ed al relativo Piano di Miglioramento, i progetti di alternanza scuola lavoro della scuola mirano al raggiungimento delle seguenti finalità indicate secondo criteri di priorità:

  • Migliorare la qualità della didattica per competenze, con specifico riferimento alle competenze chiave di cittadinanza ed al PECUP degli indirizzi di studio

  • Favorire l’interdisciplinarità, la costruzione di un curricolo di istituto per competenze, l’utilizzo di una gamma diversificata di modalità di verifica e valutazione

  • Sperimentare metodologie didattiche quali la didattica per progetti e la didattica laboratoriale

  • Sperimentare modalità di apprendimento flessibili, ma equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza sul campo

  • Realizzare un organico collegamento della scuola con il mondo del lavoro e della società civile, intercettandone i bisogni

  • Correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio

  • Orientare le/gli studenti in vista della prosecuzione negli studi e/o di un eventuale inserimento lavorativo

VAI ALLA PAGINA DEDICATA